Come fidelizzare i tuoi clienti con la newsletter

Nel marketing, oltre a promuovere la tua attività turistica, devi essere anche bravo a mantenere le relazioni con i clienti, creando un rapporto di fiducia privilegiato e tenendo un canale di comunicazione sempre aperto. Per fortuna, grazie a internet è facile tenere i contatti e riuscire a raggiungere clienti e potenziali tali anche quando non sono in visita nel tuo albergo. Da questo punto di vista, le newsletter rappresentano una soluzione in grado di coniugare l’efficacia del messaggio a tempistiche brevi di lavorazione e invio.

La newsletter: perché dovrebbe funzionare?

Probabilmente stai pensando che oggigiorno le persone ricevono fin troppe mail e ti sembra una perdita di tempo aggiungerne un’altra alla lista. In realtà stai sottovalutando le potenzialità delle newsletter e stai forse travisando il loro principale scopo.

Una newsletter non è promozione o almeno, non solo

Il primo obiettivo è tenersi in contatto con i tuoi clienti, i contenuti quindi devono essere adeguati a questo scopo. Invece di promuovere il tuo albergo, dovrai scrivere le novità che riguardano la tua attività per aggiornare chi ti legge su cosa c’è di nuovo.

Contenuti interessanti soprattutto per i tuoi clienti

Anche le newsletter vanno programmate, bisogna capire che cosa vuoi dire e valutare se i contenuti sono abbastanza interessanti da non essere direttamente cestinati. Le novità sono sicuramente un buon punto di partenza, ma forse non sufficiente. Dovresti trovare un argomento e approfondirlo. Un’idea: se hai un albergo tra le montagne, il tema della newsletter potrebbe essere un approfondimento su quello che c’è nei dintorni, racconti di passeggiate con relativa descrizione del percorso, informazioni sulle piste sciistiche e possibili convenzioni.

Premia i tuoi clienti

La fedeltà va premiata, riserva ai tuoi clienti promozioni speciali e sconti in anteprima.

Cattura la loro attenzione con le immagini

Scegli immagini di qualità dei luoghi che racconti nella mail. Aggiungi contenuti visivi interessanti che completino il testo. Se prendiamo l’esempio precedente della descrizione delle passeggiate, allora puoi scattare tu stesso delle foto, oppure chiedere ad alcuni tuoi clienti di inviartele. Una mail con materiale personale è più “calda” e sincera, oltre a risultare più interessante.

Evita di fare spam

Infine, è importante rivedere il tuo database contatti. Devi essere sicuro di inviare la mail solo a persone realmente interessate, altrimenti rischi di finire nello spam e di ottenere un effetto boomerang, risultando fastidioso anziché accattivante. Se vuoi approfondire l’argomento, scopri gli errori più comuni nell’invio di una newsletter.

Anche l’attività di newsletter deve essere integrata con altre azioni di comunicazione online, come la redazione di un blog e la gestione di profili social. Il tutto richiede un’attenta pianificazione e una certa costanza. Se hai bisogno di un aiuto per impostare il tuo piano di azione chiedi a Tourism Promotion.