Come usare al meglio Instagram per il settore turistico

Negli ultimi anni i viaggiatori sono sempre più informati, consapevoli, desiderano essere protagonisti delle loro vacanze, scelgono la meta e le strutture ricettive online e condividono recensioni e impressioni sui social. I social, infatti, sono i grandi protagonisti della rivoluzione digital nel settore turistico e, in particolare, lo è Instagram, il “social visual” per eccellenza per la condivisione di scatti e video.

E noi sappiamo bene che nel travel la parte visuale è di fondamentale importanza: le immagini hanno il potere di far sognare la meta, di “trasportare” nei luoghi della vacanza permettendo di pregustarne i colori, le bellezze e le attrattive.

Diventa, quindi, imprescindibile per un’attività che operi nel turismo essere presente su Instagram e sfruttare le possibilità offerte da questo social.


I vantaggi del social visuale

Instagram consente di coinvolgere gli utenti e renderli partecipi stabilendo con loro un contatto autentico che nulla ha a che vedere con mere campagne pubblicitarie. Fornisce l’occasione di creare una vera e propria community intorno all’attività fidelizzando i clienti, ricevendo consigli e feedback, e di raggiungere nuovi potenziali utenti interessati.

La vocazione di Instagram, inoltre, è mobile e lo smartphone è lo strumento che i viaggiatori utilizzando durante le loro vacanze.

Per cui, diventa il social perfetto da utilizzare in viaggio condividendo scatti con i follower e questo deve essere tenuto in grande considerazione da chi opera nel turismo: il cliente, se ben impressionato dalla struttura in cui si trova, mediante le fotografie che posterà sul suo profilo Instagram diventerà il primo promotore di quell’attività.

La content strategy su Instagram

Qual è l’obiettivo finale di ogni struttura ricettiva? Quello di aumentare le prenotazioni.

Per fare questo, è possibile implementare una strategia editoriale che miri a incrementare la popolarità del luogo in modo da renderlo attraente agli occhi dei turisti e far nascere in loro il desiderio di visitarlo.

Nel realizzare un canale di successo, occorre definire una programmazione dei contenuti e un calendario di pubblicazioni da offrire agli utenti con frequenti aggiornamenti per tenere viva la loro attenzione e incentivare la condivisione.

Le immagini non devono essere “compassate” e istituzionali ma evocative, in grado di suscitare emozioni: ottima l’idea di affidarsi al visual storytelling raccontando storie, mostrando momenti di vita dell’hotel, scatti di eventi e le bellezze del territorio che lo circondano.

Spazio, insomma, alla creatività, all’originalità e alla spontaneità, tutti valori che sono tornati in voga e sono sempre più apprezzati dal pubblico rispetto ai contenuti stock e a quelli che appaiono troppo “finti” e “pubblicitari”.

Importante poi condividere (repostare) gli scatti realizzati dagli utenti, i cosiddetti “user genereted content” che si confermano come i post di Instagram più coinvolgenti. Inoltre, una foto scattata da un utente verrà percepita come più vera e spontanea rispetto a quelle pubblicate dall’hotel.

Da considerare anche le partnership con travel blogger, instaurando con loro una relazione all’insegna della trasparenza e della veridicità. A proposito di sinergie, può essere interessante creare una rete di partner sul territorio per aumentare le possibilità di intercettare le persone in viaggio: ad esempio, instaurare una collaborazione su Instagram con i ristoranti della zona per condividere l’audience simile grazie ai contenuti pubblicati sui rispettivi canali social.

Infine, ma non ultima, un’altra utile strategia è quella di promuovere il canale Instagram al di fuori dal social: link nella firma dell’email, il nome sulle brochure, la carta intestata, i biglietti da visita, una sezione del sito istituzionale dedicata agli scatti condivisi sul social con l’invito agli utenti di contribuire con le loro immagini.

Se hai bisogno di aiuto per creare e consolidare la tua presenza online, chiedi una consulenza a Tourism Promotion.