Email marketing: 7 mosse per inviare una newsletter efficace

Qualcuno legge le tue newsletter? Se la risposta è no, forse le tue mail non sono efficaci o il metodo d’invio non è corretto.

La newsletter non è uno strumento obsoleto o sorpassato, a dimostrarlo il fatto che tutti abbiamo almeno un account mail e che lo monitoriamo regolarmente. Il problema è che riceviamo troppe mail, troppe comunicazioni e in generale siamo subissati da messaggi. Ecco perché se vuoi ottenere dei risultati con l’e-mail marketing devi riuscire a inviare contenuti interessanti al giusto target.

I passi per inviare una newsletter efficace

Se le tue attività di newsletter non hanno successo forse stai sbagliando qualcosa. Controlla questi passaggi e verifica se stai facendo un buon lavoro.

  1. Profila i destinatari. È il primo passaggio ed è essenziale. Inviare mail a persone non interessate, oltre ad essere una perdita di tempo, è controproducente. Se sei un albergo, un buon modo per profilare il target è quello di far compilare un veloce modulo hai tuoi clienti, in modo da costruire un database organizzato e attendibile.
  2. Crea un contenuto interessante. La mail deve contenere informazioni utili a chi legge. Possono essere novità sulla tua attività, o promozioni, o un calendario degli eventi, l’importante è che siano rilevanti per i tuoi clienti o potenziali tali.
  3. Inventa un titolo accattivante. Spesso le mail non vengono nemmeno aperte e sono subito cestinate dopo una veloce occhiata all’oggetto. Il titolo, quindi, può determinare se il tuo messaggio verrà aperto o meno. Ecco perché deve essere attraente e stimolare la curiosità del lettore. Oggetti validi sono di solito quelli che pongono un dubbio al lettore o offrono una soluzione. (Sai come inviare una newsletter efficace?, 5 passi per inviare una newsletter efficace…).
  4. Cura la grafica. Anche l’occhio vuole la sua parte, perché un testo ordinato e pulito è più facile da leggere, e perché una pagina web graficamente interessante e curata è più accattivante. È importante poi che il layout richiami l’immagine aziendale in modo da rendere la mail immediatamente riconoscibile.
  5. Scegli un’immagine d’effetto. Ormai te ne sarai accorto che la comunicazione viene veicolata prima di tutto attraverso le immagini. Una bella foto cattura subito l’attenzione e la catalizza, invogliando a proseguire nella lettura di approfondimento. Tre sono i requisiti di un’immagine efficace: la qualità, l’attrattività, la pertinenza con il testo.
  6. Evita gli allegati e prediligi i link, offri comunque sempre un approfondimento. È fondamentale fornire a chi legge qualcosa in più, e stimolarlo a compiere un’azione per fargli capire che la tua è un’offerta/contenuto è seria/o. Per farlo, però, evita di inserire allegati nella mail, che potrebbero rivelarsi troppo pesanti e magari non tutti riescono a essere visualizzati. Molto meglio inserire link opportuni e invogliare il lettore a cliccare.
  7. Accertati che la mail si visualizzi bene sul cellulare. Pensa a quando leggi una mail e a dove la leggi. Nella maggioranza dei casi le persone rispondono sul cellulare mentre sono sull’autobus o sul treno. Da qui, capisci subito che una newsletter deve essere responsive, altrimenti perdi una buona fetta di potenziali lettori. Impiega quindi il tempo necessario per creare un testo e un layout adatti anche allo schermo di uno smartphone.

Ricordati che le attività di e-mail marketing devono essere pianificate per tempo e integrate nella tua strategia di comunicazione. Se hai bisogno di una mano chiedi aiuto a Tourism Promotion.