Quali hashtag usare se sei un operatore turistico

Gli hashtag su internet sono un po’ come il sale in cucina, c’è chi ne mette troppo e chi, invece, lo dimentica sempre. #E #tu #usi #gli #hashtag?

Indubbiamente sono utili e possono aiutarti ad indirizzare il tuo messaggio verso il target giusto, svolgendo azioni di social media marketing più mirate, ma abusarne non serve a niente. Vediamo, dunque, che cosa sono e come utilizzarli al meglio se sei un’agenzia di viaggi o un operatore turistico.

Che cosa sono?

Hai presente il simbolo “#” che compare ovunque, soprattutto su Twitter e Instagram? Ecco, quello è un hashtag che, associato ad una parola, permette a chi sta cercando informazioni su quell’argomento di trovare il tuo contenuto.

Ad esempio, se hai scritto un post sull’Algarve e lo pubblichi sui social abbinandogli l’hashtag #Algrave, il contenuto comparirà tra i risultati di ricerca di persone che stanno facendo ricerche su quella determinata località turistica.

L’hashtag non consente solo di tematizzare meglio un contenuto, ma anche di etichettare un determinato argomento con un titolo ufficiale per creare momenti di discussione, interazione e condivisione con chi ti segue.

I consigli per utilizzare gli hashtag nel modo giusto

Per far arrivare il tuo messaggio a destinazione, ovvero a turisti in cerca della loro prossima meta di viaggio, allora non puoi semplicemente aggiungere il cancelletto a qualsiasi parola del contenuto. Non è così che funziona! Ecco qualche consiglio utile per fare la differenza.

Fai una ricerca

Per ogni nuovo argomento, dovresti effettuare una breve ricerca. Quasi sicuramente esistono già degli hashtag tematici, se usi quelli è più facile che le persone ti trovino. La cosa migliore è cercare direttamente sulla piattaforma in cui vuoi pubblicare il contenuto, ma se sei a corto di idee puoi anche avvalerti di Hashtagify. Si tratta di un interessante strumento che trova le correlazioni tra hashtag. Ad esempio, cercando #Langhe, escono risultati come, #vino, #wine, #Piedmont e #Alba.

Geolocalizza

Ovvero utilizza come hashtag il nome della località turistica che stai promuovendo, soprattutto se è famosa. Ad esempio, #Salento, #Algrave, #Nizza e così via. In questo modo, le persone che sono interessate ad un posto o che stanno cercando informazioni su una meta avranno maggiori possibilità di trovarti.

Entra in una discussione con gli hashtag

Il modo migliore per avere un’interazione con i tuoi clienti o potenziali tali è vedere cosa interessa loro, e, poi, provare a intervenire fornendo un contenuto nuovo e interessante. Metti caso che trovi un gruppo che discute della Maremma e tu hai un pacchetto di viaggio proprio per un week-end da quelle parti. Inserisciti nella discussione, fornisci delle informazioni utili e poi, promuovi la tua offerta. Per farlo non dimenticarti di usare l’hashtag della discussione, però!

Cosa non devi fare

Utilizzare gli hashtag è semplice, ma ci sono alcune cose che devi proprio evitare di fare.

  1. Mettere il cancelletto davanti ad ogni parola,
  2. Utilizzare hashtag non correlati ai contenuti,
  3. Utilizzare hashtag che si trovano in questa lista, pubblicata da qualche mese da Instagram!

Vedrai che seguendo questi consigli, riuscirai a raggiungere più persone interessate alle offerte della tua agenzia viaggi! Se hai bisogno di un aiuto chiedi a Tourism Promotion!