Mobile app, quando sì e quando no?

Il mobile marketing sta assumendo un ruolo di primo piano nel mondo della comunicazione e del marketing, soprattutto per quanto riguarda l’ambito turistico. Se i viaggiatori effettuano sempre più ricerche e prenotazioni online è bene adeguarsi in fretta e sviluppare una versione ottimizzata del tuo sito per i dispositivi mobili. La domanda è: oltre ad un aggiornamento del sito, devo fare anche un’app?

Che cos’è un app?

La maggior parte delle persone conosce le app, meglio comunque chiarire il concetto. Un’app è un’applicazione, un programma che viene realizzato per essere usato su smartphone e tablet.

Le app hanno caratteristiche particolari, possono avere obiettivi di business differenti e sono degli strumenti in forte espansione sul mercato digitale.

Quando serve un’app

Seguendo il ragionamento appena fatto, un’app non ha senso di esistere se presenta gli stessi contenuti di un sito internet. A questo punto sarebbe meglio orientarsi verso un sito responsive, che in una sola volta è visibile da tutti i dispositivi.

Un’app è utile se:

  • Vuoi offrire un servizio aggiuntivo che non c’è sul sito. Potrebbero essere degli itinerari turistici del luogo, con dettaglio dei punti d’interesse e relativa spiegazione, piuttosto che una mappa interattiva. O ancora, vuoi fornire maggiori dettagli sul tuo prodotto/servizio, illustrandolo con tecniche particolari. Un modo carino per permettere ai clienti di scegliere una piscina, ad esempio, è quello di regalare loro un’app gratuita che consente di scattare la foto del giardino, scegliere il modello, la forma e i colori e poi vedere il risultato finito nel suo futuro ambiente.
  • Vuoi proporre qualcosa di diverso che non ha una relazione diretta con la tua attività ma serve a fare brand. Ad esempio: un ristorante potrebbe proporre un’app di ricette, in cui gli utenti selezionano gli ingredienti che hanno in casa e in automatico ricevono come feedback dei possibili piatti da cucinare con le materie prime a disposizione.

Ricapitoliamo: un’app è utile se hai un contenuto in più rispetto al sito sul quale pensi che la persona possa tornare più volte anche quando è offline. Oppure, vuoi aggiungere una funzione in più, che però richiede spazio e rischia di appesantire troppo le pagine web (come le mappe interattive). Anche in questo caso, la soluzione più valida è quella di creare un’app.

Ricordati, poi, che non basta pubblicarla negli store appositi. Affinché qualcuno la noti e la scarichi, la tua app deve essere pubblicizzata utilizzando tutti i canali di comunicazione che hai a disposizione.

Se hai bisogno di un aiuto chiedi a Tourism Promotion!