Si ritorna a lavoro: cosa cercano i viaggiatori d’affari?

I manager e i viaggiatori di affari sono una categoria molto interessante anche se si potrebbe pensare il contrario dato che, tra una riunione di lavoro e un’altra, hanno poco tempo libero. Eppure sono turisti che, se ben fidelizzati, possono tornare più volte nella stessa struttura ricettiva. Approfondiamo l’argomento per capire cosa desidera questa tipologia di viaggiatori e sfruttare le loro esigenze a tutto vantaggio della tua attività.

Cosa cercano i viaggiatori d’affari

Chi si sposta per lavoro trascorre gran parte del tempo del viaggio a sbrigare le attività giornaliere: riunioni, meeting, rispondere a email, preparare presentazioni.

Se il carico di lavoro è, quindi, notevole anche in viaggio, il tempo libero è comunque presente, anche se per poche ore al giorno: i viaggiatori colgono magari l’occasione per visitare la città, andare a cena fuori, fare una pausa tra una riunione e quella successiva.

Inoltre, amano viaggiare con tutti i comfort e le comodità possibili perché, non avendo tempo da perdere, desiderano ottimizzare ogni momento libero e trarre il meglio dal loro viaggio di lavoro.

Come sfruttare, allora, queste esigenze dei viaggiatori d’affari? Vediamo insieme alcune idee e consigli pratici.

Come prendersi cura dei viaggiatori d’affari

Per fidelizzare i viaggiatori di affari, è importante riservare loro quel comfort e quelle comodità di cui sono alla ricerca: offrire servizi extra e “coccolare” questa tipologia di ospiti li farà sentire a proprio agio anche se soggiornano per pochi giorni.

Un’altra ottima mossa può essere quella di attivare dei programmi fedeltà e creare un carnet di proposte con scontistiche dedicate per incentivare i travel manager a usufruirne.

Per ottimizzare il tempo di visita della città nelle pause dal lavoro, puoi proporre a questa particolare categoria di viaggiatori itinerari brevi per visitare il territorio, attività che possano essere svolte il tardo pomeriggio o prima di cena, per dar loro modo di rilassarsi.

Ancora, in fase di prenotazione puoi chiedere il programma delle varie giornate per poter offrire dei servizi extra su misura.

Se, poi, la tua struttura ricettiva si trova nei pressi di un aeroporto o è facilmente raggiungibile con i mezzi, studia campagne di visibilità e promozione dedicate ai viaggiatori di affari.

Sempre nell’ottica di far conoscere la tua struttura ai viaggiatori d’affari, puoi pianificare delle campagne sponsorizzate a ridosso di eventi particolari nella tua città (convegni, fiere…) che coinvolgono i viaggiatori per affari, puoi creare contenuti specifici nel tuo blog per raccontare quali sono i servizi e le attività di cui può fruire un travel manager una volta arrivato presso la tua struttura, e puoi costruire una newsletter interessante con cui veicolare contenuti adatti a questo particolare target.

Il tutto senza dimenticare di rafforzare il messaggio grazie alla condivisione sui tuoi canali social.

Infine, ricorda che offrire un’esperienza personalizzata e all’insegna della tecnologia con la possibilità di comunicare via Skype, chat, Whatsapp, Facebook Messenger è un trend inarrestabile e fortemente sentito e richiesto anche (e soprattutto) dai viaggiatori di affari che, come abbiamo visto, hanno l’esigenza di ottimizzare il tempo.

Hai bisogno di un supporto professionale?

Se hai una struttura ricettiva e hai bisogno di aiuto per attirare chi viaggia per affari, chiedi a Tourism Promotion. Ti aiuteremo a pianificare la strategia migliore per coinvolgere i travel manager grazie alla nostra esperienza nel settore del tourism marketing.
Scrivici, ti forniremo con piacere la nostra consulenza.