Social media: come farsi leggere di più su Facebook

Non basta avere una pagina Facebook per dire che hai una strategia di social media marketing. Ma, cosa più importante, non basta pubblicare un post quando te lo ricordi per riuscire ad attirare l’attenzione dei tuoi clienti. I turisti viaggiano veloce e sono persone esigenti: per far sì che il tuo contenuto venga letto, deve essere un contenuto pensato e di qualità. Sì, anche se si tratta solo di un post!

Quali sono dunque i passaggi salienti e le componenti essenziali che distinguono un buon post da un post qualunque?

Il piano editoriale

Anche se Facebook è uno strumento che le persone usano per condividere le loro esperienze e i loro pensieri, tu non devi dimenticarti che sei un albergo e stai promuovendo la tua attività online. Può capitare che hai una notizia urgente che vuoi comunicare ai tuoi clienti, ma in generale devi avere un piano, o meglio un piano editoriale in cui definisci prima:

  • gli argomenti di cui vuoi parlare, la cosiddetta linea editoriale,
  • un calendario di pubblicazione, quante volte a settimana vuoi pubblicare e in quali orari, per questo devi fare affidamento sugli Insights che Facebook mette a tua disposizione, che indicano gli orari con maggiore afflusso di persone,
  • l’argomento e il contenuto di ciascun post.

Entrando più nel dettaglio, un post si compone di:

Il contenuto scritto

Meglio se il testo è sintetico, perché i tuoi follower hanno poca voglia di leggere. Se hai una notizia lunga da scrivere, allora rimanda il lettore al tuo sito con un link, dove avrai pubblicato un comunicato stampa o un articolo sul blog. Adotta un linguaggio diretto e fresco, meglio usare la seconda persona singolare per coinvolgere maggiormente l’utente. Inserisci frasi come “hai già provato?”, oppure, “ ti piacerebbe?”, o ancora “cosa ne pensi di?”. In questo modo coinvolgi le persone e chiedi loro un parere personale.

Un’immagine o un video

I post con un contenuto visivo vengono visualizzati e condivisi di più. Sia il video che le immagini devono essere di qualità. Cura la luce, il soggetto a fuoco e lo sfondo neutro. Se fotografi una stanza di albergo, per cominciare accertati che sia ordinata. Crea un tuo stile riconoscibile anche per le immagini. Se ad esempio usi qualche filtro o una cornice particolare, allora edita sempre nello stesso modo tutti i tuoi scatti.

Un link

A questo proposito ricordiamo che possono esistere:

  • Post con un link che rimanda al tuo sito o al tuo blog aziendale. È importante condividere i nuovi contenuti anche su Facebook, a patto di non esagerare. Sui social le persone desiderano divertirsi e intrattenersi. Se vuoi conquistare la loro fiducia non puoi puntare solo sulla promozione della tua attività.
  • Post con un link che rimanda ad un contenuto interessante per i tuoi lettori. Una delle prime regole dei social è condividere. Più riesci a proporre contenuti interessanti e utili per chi ti legge, più le persone ti seguono e interagiscono con te.
  • Post senza link. Un post può anche non avere un link. Ad esempio, puoi voler condividere un’immagine, solo per il piacere di farla vedere al tuo pubblico.

Hashtag

Sì o no? Sì, ma con parsimonia. Facebook non è il social degli hashtag, ma permette comunque la ricerca per parole chiave precedute da un cancelletto. Scegline due per la tua attività e usali quando pubblichi un post che è davvero rappresentativo del tuo albergo.

Il consiglio in più

Anche per le pagine, Facebook consente di scegliere uno stato: contento, arrabbiato, occupato e così via. È un modo in più per rendere la comunicazione informale e diretta nei confronti delle persone.

 

Se gestisci bene la comunicazione sui social, vedrai che i risultati arriveranno anche per il tuo albergo in termini di relazioni con i clienti, miglioramento della percezione del brand e visite sul tuo sito. Se hai bisogno di un aiuto, chiedi a Tourism Promotion.