Trend del turismo: come sarà il 2018?

Il 2018 sarà un anno di continua evoluzione e cambiamento per il turismo digitale. Se dovessimo riassumere in una parola la caratteristica peculiare del viaggiatore di oggi, potremmo dire: indipendenza.

Chi viaggia oggi vuole potersi costruire da solo il suo viaggio con un’attenzione particolare alle mete d’infanzia e al benessere del corpo. È interessato ai luoghi in cui sono state girate le serie TV e preferisce spostarsi con gli amici, per risparmiare.

Ecco qui cosa ci aspetta nel nuovo anno: conoscere queste tendenze ci aiuterà ad essere più lungimiranti sulle strategie di marketing da adottare nel 2018. La ricerca completa la trovi in inglese sul blog di Booking.com.

Nei luoghi delle serie TV

Netflix e le serie TV hanno catalizzato la nostra vita in modo così importante che tendiamo a scegliere per i nostri viaggi i luoghi in cui sono stati girati gli episodi delle nostre serie preferite. Qualche esempio? Vikings, Trono di Spade, The Crown.

Anche gli eventi sportivi influenzeranno il turismo: per il prossimo anno in Russia, in occasione dei mondiali di calcio, sono previsti degli aumenti di flussi non da poco.

Nostalgia delle vacanze d’infanzia

I dati rivelano che il 34% dei viaggiatori sceglierà per le vacanze del 2018 una destinazione in cui sono stati da piccoli, per provare di nuovo sensazioni d’infanzia. Lo faranno di più gli uomini e donne tra i 18 e i 34 anni che usano Facebook ed Instagram con frequenza.

Puntare al relax

Se il benessere corporeo e mentale è un mood costante nei viaggi 2017, questa tendenza si riconferma a pieni polmoni anche nel 2018.  Si prediligeranno quindi destinazioni dove sarà possibile:

  • Fare passeggiate ed escursioni a piedi o in bicicletta;
  • Rilassarsi in spa e centri benessere;
  • Fare yoga o meditare;
  • Staccare la spina dal pc e dalle attività digitali.

Con gli amici è meglio

Le ricerche dicono che il 25% degli intervistati nel 2018 preferirà andare in vacanza con un gruppo di amici, per due motivi:

  1. ci si diverte di più
  2. si risparmia

Le strutture come ostelli, appartamenti, residence con camere condivise e cucina possono trarre il massimo vantaggio da questo atteggiamento.

Un occhio al budget

Grazie alle tecnologie e alle app per risparmiare, i turisti organizzeranno sempre più le loro vacanze in fai da te, optando per esperienze autentiche ma dove si spende poco.

Il cellulare diventa il cuore pulsante della vacanza, da consultare per sceglier ei posti dove mangiare, dormire e fare acquisti.

Come un abitante del posto

Le esperienze con i locali sono quelle preferite dal 33% dei turisti intervistati. I viaggiatori vogliono potersi appoggiare a qualcuno che conosce bene il territorio e che possa dargli consigli sui luoghi da visitare, i ristoranti meno affollati, le esperienze da vivere. Il tutto senza esagerare: l’host deve essere presente quando serve senza essere troppo invadente.

Ci auguriamo che queste previsioni possano aiutarti a rafforzare la tua attività turistica per il 2018 facendo leva su queste tendenze e comportamenti.

Buona pianificazione!