Turismo esperienziale: viaggiare per ampliare i propri orizzonti

Ormai da un paio di anni è in crescita il fenomeno del turismo esperienziale, collegato all’esigenza dei viaggiatori che scelgono le loro vacanze per tornare a casa con nuove conoscenze e momenti da ricordare. Dai corsi di cucina ai tour enogastronomici, dalle attività all’aria aperta a lezioni di sub, si viaggia per allargare i propri orizzonti.

L’Italia da questo punto di vista è indietro, ma è anche una destinazione con molto da offrire a chi la visita.

Momenti da assaporare

Continuano a crescere da parte dei viaggiatori le richieste di turismo esperienziale, attività e soluzioni su misura costruite per vivere momenti unici da ricordare.

L’esigenza è piuttosto chiara: ai turisti non basta più una meta in cui riposarsi o scoprire le principali attrattive. Vuole vivere esperienze nuove, diverse, da condividere e portarsi a casa.

Escursioni personalizzate, incontri con gente del posto, attività sportive e gastronomiche sono solo alcune delle richieste più frequenti. Il target del viaggiatore indipendente è quello con una maggiore disponibilità economica ed è anche quello più esigente: vuole vivere come i “local” e vivere esperienze legate al territorio in cui si trova.

Lo conferma una ricerca realizzata da TripAdvisor sullo studio degli atteggiamenti dei turisti. Per condividere qualche numero:

  • il 71% dei 500.000 intervistati desidera ampliare gli orizzonti;
  • il 55% vuole vivere esperienze uniche;
  • il 44% vuole allargare il suo bagaglio culturale;
  • il 36% esprime la volontà di immergersi nella cultura del posto.

Agire per migliorarsi

Come abbiamo detto, l’Italia è più indietro rispetto ad altre destinazioni per quanto riguarda le esperienze. Ed è un peccato perché il nostro Belpaese ha moltissimo da proporre ai suoi ospiti. Chi ha una struttura ricettiva dovrebbe evitare di rimanere immobile e passare all’azione per migliorare l’accoglienza turistica.

Ecco alcuni dei nostri consigli in proposito:

Comunicare in modo efficace per accogliere e farsi scegliere

Una buona accoglienza è anche comunicazione. Raccontare in modo spontaneo e vero la tua attività, chi sei e cosa fai è indispensabile per crescere non accontentarsi.

Vuoi migliorare la tua comunicazione per accogliere meglio i turisti ma non sai da dove partire? Scrivici, saremo felici di darti il nostro supporto.