Twitter case: le strategie turistiche inusuali che hanno fatto centro

140 caratteri per cinguettare e tenerti in contatto con turisti e viaggiatori, stiamo parlando di Twitter! Twitter è il social network delle informazioni in tempo reale. Se Facebook è utile per creare consapevolezza e immagine attorno ad un brand, Twitter serve a condividere notizie fresche sulla rete. E allora perché dovresti usarlo per promuovere la tua struttura turistica o la tua attività?

Ottima domanda. Molti dei piccoli brand, hotel o ristoranti, che provano ad aprire il loro profilo Twitter, si buttano entusiasti, ma dopo pochi mesi abbandonano perché non ottengono alcun feedback dal loro pubblico.

Casi da prendere ad esempio su Twitter

Se anche la tua sensazione è quella di cinguettare al vento, ti proponiamo tre esempi da copiare di gestione del profilo Twitter.

Villa Acquaviva – @villa_acquaviva

È un romantico hotel in provincia di Grosseto, vicino alle terme di Saturnia. Villa Acquaviva promuove sapientemente le sue attività su Twitter, mixandole con immagini del territorio e news locali retwittate da @turismomaremma, @justintoscana, @maremmatipp e altri profili di organizzazioni maremmane. Il profilo tratta vari argomenti legati al benessere e alla Toscana, come cibo, vino, eventi, e inoltre condivide post e quiz proposti sulla pagina Facebook. I visitatori interagiscono con “like” e “retweet”.

Blumaremma Viaggi – @BluemaremmaViag

Agenzia viaggi maremmana, utilizza il profilo Twitter per pubblicizzare pacchetti viaggi personalizzati, ad esempio un week-end alle terme, tour dedicati alla gastronomia, vacanze-studio in maremma e così via. Si tratta di offerte focalizzate nel territorio toscano che hanno lo scopo di rafforzare la clientela italiana, ma soprattutto di trovare nuovi clienti stranieri, interessati a visitare questa bellissima regione. I punti di forza sono sicuramente l’utilizzo massiccio di immagini di alta qualità e pertinenti, il fatto della localizzazione geografica, e dei pacchetti di viaggio su misura.

Dimora Monsignore – @dimoramonsignor

Piccolo e raffinato B&B nel centro di Termoli, con una pagina Twitter molto attiva e una buona presenza online. Sul suo profilo, Dimora Monsignore non si limita soltanto a promuovere la sua attività, ma posta bellissime immagini del territorio e retwitta iniziative locali e notizie legate al Molise. Inoltre, siccome partecipa attivamente a eventi come Vinitaly, utilizza il profilo Twitter per fare live tweeting, un modo per coinvolgere i lettori sulla diretta dell’evento.

Best practice

Cosa c’è da imparare dunque da questi tre casi:

  1. Non è solo il numero di utenti che ti segue che conta, ma come ti segue!
  2. Non usare Twitter solo per promuovere la tua attività, non servirebbe.
  3. Le immagini sono fondamentali! Usa foto di alta qualità!
  4. Scopri chi c’è attorno a te e interagisci con loro.
  5. Punta sulla localizzazione geografica (ogni tweet può essere localizzato adesso!)
  6. Interagisci anche con la tua pagina Facebook ma non copiare i contenuti e basta!

Il consiglio in più

Utilizza le analitiche di Twitter (https://analytics.twitter.com) per scoprire chi ti legge. Magari gli utenti non cliccano su “like” o “retweet”, ma visualizzano lo stesso il contenuto o cliccano sul link. Twitter mette a disposizione questo programma di statistiche molto chiaro e facile da usare, perché non sfruttarlo dunque?

Infine, se hai bisogno di un aiuto, Tourism Promotion può darti una mano nella gestione del tuo profilo social!